t. 055 606364 - info@studiodentisticogiorgini.it
denti-sensibili

Il problema dei denti sensibili è piuttosto diffuso (riguarda circa una persona su tre) ma spesso viene sottovalutato, in particolare quando il fastidio non è particolarmente intenso. Questo però è un errore da evitare, perché trascurare la sensibilità dentale può portare a problemi orali più seri.

Ci sono diversi fattori che possono causare l’esposizione della dentina e, di conseguenza, i denti sensibili, ma una delle principali è l’abrasione dello smalto dovuta a uno spazzolamento non corretto: ovvero con eccessiva forza o con una tecnica sbagliata. La protezione della dentina può venire meno anche a causa di un consumo eccessivo di bevande o alimenti acidi: ad esempio il pomodoro fresco, gli agrumi, i succhi di frutta.

I sintomi

Riconoscere i sintomi è molto semplice: di solito si avverte un fastidio a uno o più denti, breve ma intenso, quando si assumono cibi e bevande eccessivamente calde o fredde, oppure acide o dolci. Talvolta le fitte si avvertono anche durante l’uso dello spazzolino (o del filo interdentale) o in caso di sensibilità molto acuta anche con un semplice getto d’aria.

La sensibilità dentale può colpire a qualsiasi età, ma le persone di età compresa tra i 30 e i 50 anni hanno una maggiore predisposizione, in particolare le donne. Al contrario è raro riscontrarla nei bambini, negli adolescenti e negli anziani.

Prevenzione e controllo

La sensibilità si può prevenire seguendo alcune semplici regole di igiene orale e attraverso un’alimentazione più sana e corretta. Una cosa che spesso molti sottovalutano è che è necessario adottare la giusta tecnica di spazzolamento e di utilizzo del filo interdentale, in modo da ridurre la pressione sui denti.

Occorre poi limitare alcuni tipi di pietanze e bevande: quelle acide come succhi di frutta, vino, aceto, gli agrumi, il pomodoro fresco e soprattutto le bibite gassate. In caso di assunzione di questi cibi è bene non lavare i denti per almeno mezz’ora dopo aver mangiato.

Ad ogni modo quando si avvertono i sintomi riconducibili alla sensibilità dentale è opportuno sottoporsi a una visita odontoiatrica, per controllare che i fastidi non siano in realtà dovuti ad altri fattori.

Write a comment:

You must be logged in to post a comment.

2014 © Copyright - Health Center Theme by Vamtam

Per casi di emergenza        338-8578948