t. 055 606364 - info@studiodentisticogiorgini.it
paradontite-diabete

Sapevi che diabete e parodontite sono strettamente correlati tra loro? Così come il diabete può causare lo scatenarsi della malattia parodontale, la parodontite può a sua volta causare o aggravare la malattia diabetica.

 

Il diabete può causare la parodontite

La parodontite, malattia causata da alcune specie batteriche presenti nella placca e nel tartaro, è un’infiammazione dei tessuti che circondano i denti e ne determina il deterioramento.

La reazione infiammatoria che viene causata dai batteri può essere alterata da livelli di glucosio elevati. Per questo motivo l’iperglicemia cronica, sintomo che caratterizza la malattia diabetica, può scatenare o peggiorare le infezioni della bocca e in particolare del parodonto, il tessuto che forma il sostegno dei denti.

La parodontite è una delle numerose complicanze che il diabete porta con sé ed è quindi fondamentale che il paziente diabetico tenga sempre sotto controllo la malattia, seguendo le indicazioni farmacologiche previste e adottando una dieta adeguata e svolgendo regolare attività fisica. A livello odontoiatrico, ogni paziente diabetico deve effettuare controlli frequenti per intercettare un’eventuale parodontite e iniziare la terapia in maniera tempestiva.

 

La parodontite può causare il diabete

La parodontite favorisce l’innalzamento della glicemia nel sangue e può in questo senso influenzare la progressione del diabete e, nei casi più gravi, può addirittura concorrere alla sua insorgenza.

I batteri patogeni del cavo orale possono infatti entrare nel circolo sanguigno e raggiungere gli altri organi del corpo, dando inizio ad una serie di reazioni infiammatorie che, in ultima istanza, possono causare l’innalzamento della glicemia. L’infiammazione dovuta alla parodontite favorisce in particolare l’insulino-resistenza, quella condizione per cui le cellule non rispondono più in modo adeguato all’ormone insulina, necessario per l’assorbimento dello zucchero. Di conseguenza le concentrazioni di glucosio rimangono troppo alte nel sangue e la malattia può aggravarsi.

 

Cosa può fare il dentista

Il dentista identifica i pazienti diabetici (o a rischio di diabete) in modo da prevenire o monitorare lo sviluppo della parodontite. Dall’altro lato, può riconoscere la parodontite e trattarla precocemente, per ridurre significativamente le complicanze legate al diabete.
[Fonte: gengive.org]

Write a comment:

You must be logged in to post a comment.

2014 © Copyright - Health Center Theme by Vamtam

Per casi di emergenza        338-8578948