t. 055 606364 - info@studiodentisticogiorgini.it
dente-ricostruito

La frattura degli incisivi è una problematica piuttosto frequente, che colpisce più spesso i più piccoli. Solitamente la causa della frattura è un trauma, un colpo che può essere dovuto ad una caduta, ad uno scontro o contatto fortuito e i bambini ovviamente sono più inclini a questo tipo di danno ai denti.

I traumi dentali rappresentano una delle emergenze odontoiatriche più frequenti nel bambino, per questo sono necessarie la massima prevenzione, un’accurata diagnosi e le giuste cure. La conoscenza delle corrette procedure da seguire in presenza di un trauma dentale è ad oggi insoddisfacente, mentre sarebbe fondamentale per fornire il trattamento appropriato fin dalla fase iniziale.

Denti scheggiati e fratturati

Per fortuna, in molti casi, i denti coinvolti sono quelli da latte, destinati a cadere. Ma non sempre è così.

Se il dente è semplicemente scheggiato il dentista ha due possibilità: può smussare la parte fratturata, in modo che non possa tagliare altre parti della bocca come labbra o lingua, oppure può ricostruire la parte scheggiata. Se invece la frattura è arrivata a toccare la polpa del dente deve intervenire con un trattamento vero e proprio, in cui valutare attentamente cosa fare tramite accertamenti diagnostici e capire se è necessaria l’estrazione.

Anche quando il dente fratturato è permanente, occorre valutare l’entità del trauma. Se la frattura è minima può essere sufficiente smussare la parte fatturata, se invece occorre ricostruire il dente le soluzioni possono essere varie e la scelta dipende dalle esigenze del paziente e dalla sua situazione clinica. Si può intervenire clinicamente ricostruendo la parte mancante con materiale estetico oppure con metodo protesico, attraverso faccette in materiale composito o ceramico oppure con corona.

Quando il dente non si spezza

Può succedere che nonostante non ci sia un’effettiva frattura del dente, un trauma possa comprometterne la salute portando alla necrosi del nervo e al successivo annerimento. Molto spesso solo il dentista, attraverso una diagnosi, vede se il dente ha subito lesioni interne e può intervenire devitalizzando il dente stesso o ricostruendolo con una protesi.

[Fonte: ANDI]

Write a comment:

You must be logged in to post a comment.

2014 © Copyright - Health Center Theme by Vamtam

Per casi di emergenza        338-8578948