t. 055 606364 - info@studiodentisticogiorgini.it
febbre bambini

Se l’eruzione dei denti da latte possa essere o meno associata ad un innalzamento febbrile è una questione che, nonostante sia stata largamente dibattuta, non trova tuttora una risposta certa.

Vediamo insieme il perché.

L’eruzione dentale è un processo fisiologico naturale, che inizia tra i 4 e i 10 mesi di vita del bambino, con la nascita del primo dente deciduo e si completa normalmente entro i 30 mesi di età. Il processo di eruzione dei denti primari è spesso associato ad alcuni sintomi che includono l’infiammazione alle gengive, l’aumento della salivazione, sonno agitato, diarrea, perdita di appetito e, appunto, febbre (come riportato da molti genitori e pediatri.

Ma proprio qui nasce l’equivoco.

Per febbre, lo sanno tutti, si intende una temperatura corporea che supera i 37° C, ma chi ha figli sa anche che misurare in modo corretto la febbre ai neonati non è così semplice. Bisogna farlo lontano dai pasti, dal sonno, dal pianto ed esistono diverse modalità di misurazione: ascellare, rettale, orale, frontale, timpanica, per contatto dermico e ognuna di esse comporta risultati leggermente diversi.

La misurazione ascellare per esempio è meno invasiva, ma non riflette esattamente la temperatura interna ed è in gran parte influenzata dalla temperatura ambientale e dalla vasoattività. La misurazione rettale è quella probabilmente più affidabile ma anche la più invasiva e va considerato che la temperatura a livello anale è superiore di circa mezzo grado alla temperatura orale e di un grado di quella ascellare.

Quindi l’associazione tra febbre ed eruzione dentale non ha alcun fondamento scientifico?

Allo stato attuale ci sono pochi studi congrui e affidabili riguardanti l’associazione tra eruzione dentale decidua e febbre, e quei pochi rintracciati sono caratterizzati da elevata eterogeneità tra loro. Al di là del metodo di misurazione (rettale, per bocca, ascellare etc,) può cambiare anche lo strumento: termometri in vetro a mercurio, termometri elettronici con display digitale, termometri timpanici, termometri per contatto. Risulta quindi difficile poter paragonare i dati ottenuti tra i vari studi senza dover considerare questi fattori come “potenziali interferenze”.

In caso di febbre durante l’età dell’eruzione dentale, è quindi molto importante assicurarsi che non sia dovuta ad altre infezioni in corso.

Write a comment:

You must be logged in to post a comment.

2014 © Copyright - Health Center Theme by Vamtam

Per casi di emergenza        338-8578948